Serata Panuozzo da Malafronte a Gragnano

Gragnano terra di Pasta e Panuozzi. E’ qui che si trova il ristorante pizzeria Malafronte, ci siamo capitati per caso girando per il paese e siccome non volevamo andare nei locali più noti dove il panuozzo è un must da non perdere (non facciamo nomi perchè non mi sembra carino) abbiamo deciso di entrare. In realtà io ci ero già stato da bambino quando aveva un’altra gestione e la proprietaria faceva dei crocché straordinari di quelli che ti restano impressi fino all’età adulta. Quindi ci addentriamo pieni di speranze e di piacevoli ricordi d’infanzia, ma il colpo d’occhio ha subito deluso le attese. Il locale era letteralmente devastato da una festa di bambini che continuavano ad andare avanti e indietro per il locale. Vabbé, non diamo la colpa a dei poveri bambini, la realtà è che il locale è arredato come vent’anni fa e sembra appena uscito da un film sovietico degli anni ’70, disordinato, lasciato a se stesso e, sebbene gli sforzi, si faceva difficoltà a provare appetito nonostante il nostro digiuno dall’ora di pranzo.

20141119_214425[1]

Ci guardiamo in faccia e senza dire una parola decidiamo di rischiare. Optiamo per una cosa semplice: due crocchè (in memoria dei vecchi tempi), una pizza panna e crudo e un panuozzo broccoli, mozzarella, patate e salsiccia.

Dunque cominciamo dall’antipasto. Crocchè buoni anche se arrivati in ritardo perchè dimenticati nell’ordine dal proprietario, ma non paragonabili a quelli dei bei vecchi tempi, un po’acidi ma almeno fatti in casa.

20141119_220947[1]

La pizza: buono il crudo, panna per niente acida e impasto leggermente pesante come è solito essere l’impasto delle pizze di Gragnano, ma comunque ben cotto e senza segni di bruciatura sul fondo a indicare che almeno il forno era pulito.

20141119_215820[1]

Il panuozzo: ingredienti sicuramente non di prima qualità, patatine surgelate, mozzarella e broccoli presi al supermercato ma nel complesso non era male, anche perchè quando si butta tutto nel forno a legna gli ingredienti si cuociono senza lasciare traccia di scongelamento e l’impasto era buono e fragrante. Il tutto è costato meno di quanto ci si potesse aspettare.

20141119_215832[1]

Il proprietario: un simpatico omone vestito da muratore poco attento alle formalità.

In conclusione locale sicuramente non all’altezza di altri presenti in zona, ma se una sera non vi va di cucinare potete mangiarvi un panuozzo in breve tempo senza troppe pretese. Così non va.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...